venerdì 29 febbraio 2008

La generazione di mezzo

Siamo sempre stati quelli della generazione di mezzo, quelli del passaggio da una cosa ad un'altra, mai troppo definita.
Quelli che sono nati troppo presto o troppo tardi...quelli che venivano al mondo quando le ideologie si sbriciolavono, ma che non hanno fatto in tempo ad accettare che avere delle ideologie non è più così importante...quelli che hanno inventato la flessibilità, che hanno fatto le cavie e gli hanno detto che dovevano provare quanto fosse bello cambiare lavoro, non rimanere attaccati al posto fisso, che era possibile fare il lavoro sognato...quelli che si sono inventati Internet, le email, gli sms, i lavori tecnologici...gli apri-pista, insomma!!
Siamo quelli che cambiano, pelle, lavoro, casa...in continuazione...ma che non rietrano mai nelle statistiche, quelli che hanno tra i 30 e i 40 anni, che non hanno un'età definita non sono vecchi e non sono giovani...siamo gli abitanti delle Terra di Mezzo, dove convivono Elfi, Hobbit, Nani, Uomini, Orchi. Noi siamo tanto diversi tra noi, divisi e spezzattati, eppure tutti a vivere in un mondo a parte!!!
Noi siamo quelli che sono sempre nel mezzo o in mezzo al guado...quelli che provano a cambiare lo stile di vita, desideri...e a preparare il terreno a quelli che arrivano dopo!...quelli che si trovano il mondo liberato dal male dopo la distruzione dell'anello!
Noi non siamo i precari, siamo gli intermediari...quelli che inventano strade alternative nel bene e nel male...ma che velocemente scompariamo...basta un click e chi ci pensa più?

martedì 19 febbraio 2008

Il silenzio è d'oro...

...e certe volte è meglio ritirarsi, che stare a urlare!
Insomma con l'anno del topo, mi scopro piena di saggezza: contro la mia natura mi ritrovo a meditare, piu' che a parlare. E non credo che sia rassegnazione, ma quanto invece una specie di solida e nervosa rabbia, che sedimenta, ma si trasforma il lucidità feroce.
Dopo un mese di calma apparente, senza troppe novità nell'aria e sotto i piedi...ecco qua che arriva la sorpresa...un bel sistema di sicurezza con tanto di badge per tutti uomini e donne, giovani e adulti, dipendeti e consulenti. La prima reazione è fastidio, fisico e mentale. Poi arrivano i calcoli: per cosa l'useranno, per chi e per come...e poi ti rendi conto che sono troppo furbi per farsi fregare e che per noi consulenti sarà solo una strumento di controllo casuale, utile quando vorranno farti pressione, ricattarti sulla produzione...perchè loro in fondo ne sanno molto più di noi in fatto di leggi e norme!! E di certo non si farebbero fregare con un controllo degli orari...