mercoledì 9 aprile 2008

Le pive qualche volta ci riescono...

Chi la dura la vince...anche in questo Paese, che sento sempre criticare, ma dal quale alla fine nessuno vuola andar via!!!E così alla fine è arrivato un nuovo lavoro, nuova attività... e il salto del contratto "normale"... regolare...
E per questo che nell'ultimo mese non ci sono stata...facevo colloqui, passaggi di consegne, un pò di riposo...insomma mi preparavo per una nuova vita!
NOn credete a tutti quelli che dicono che non si trova lavoro se non si conosce qualcuno o non si ha il gancio giusto...io ho trovato questo nuovo lavoro solo con tanta tanta costanza...ignorando le risposte negative e cercando testardamente quelle positive!!!!

venerdì 29 febbraio 2008

La generazione di mezzo

Siamo sempre stati quelli della generazione di mezzo, quelli del passaggio da una cosa ad un'altra, mai troppo definita.
Quelli che sono nati troppo presto o troppo tardi...quelli che venivano al mondo quando le ideologie si sbriciolavono, ma che non hanno fatto in tempo ad accettare che avere delle ideologie non è più così importante...quelli che hanno inventato la flessibilità, che hanno fatto le cavie e gli hanno detto che dovevano provare quanto fosse bello cambiare lavoro, non rimanere attaccati al posto fisso, che era possibile fare il lavoro sognato...quelli che si sono inventati Internet, le email, gli sms, i lavori tecnologici...gli apri-pista, insomma!!
Siamo quelli che cambiano, pelle, lavoro, casa...in continuazione...ma che non rietrano mai nelle statistiche, quelli che hanno tra i 30 e i 40 anni, che non hanno un'età definita non sono vecchi e non sono giovani...siamo gli abitanti delle Terra di Mezzo, dove convivono Elfi, Hobbit, Nani, Uomini, Orchi. Noi siamo tanto diversi tra noi, divisi e spezzattati, eppure tutti a vivere in un mondo a parte!!!
Noi siamo quelli che sono sempre nel mezzo o in mezzo al guado...quelli che provano a cambiare lo stile di vita, desideri...e a preparare il terreno a quelli che arrivano dopo!...quelli che si trovano il mondo liberato dal male dopo la distruzione dell'anello!
Noi non siamo i precari, siamo gli intermediari...quelli che inventano strade alternative nel bene e nel male...ma che velocemente scompariamo...basta un click e chi ci pensa più?

martedì 19 febbraio 2008

Il silenzio è d'oro...

...e certe volte è meglio ritirarsi, che stare a urlare!
Insomma con l'anno del topo, mi scopro piena di saggezza: contro la mia natura mi ritrovo a meditare, piu' che a parlare. E non credo che sia rassegnazione, ma quanto invece una specie di solida e nervosa rabbia, che sedimenta, ma si trasforma il lucidità feroce.
Dopo un mese di calma apparente, senza troppe novità nell'aria e sotto i piedi...ecco qua che arriva la sorpresa...un bel sistema di sicurezza con tanto di badge per tutti uomini e donne, giovani e adulti, dipendeti e consulenti. La prima reazione è fastidio, fisico e mentale. Poi arrivano i calcoli: per cosa l'useranno, per chi e per come...e poi ti rendi conto che sono troppo furbi per farsi fregare e che per noi consulenti sarà solo una strumento di controllo casuale, utile quando vorranno farti pressione, ricattarti sulla produzione...perchè loro in fondo ne sanno molto più di noi in fatto di leggi e norme!! E di certo non si farebbero fregare con un controllo degli orari...

giovedì 10 gennaio 2008

E se fosse tutta una questione di karma?

E se alla fine in realtà fosse tutta una questione di karma, destino, orientamento, segnali del destino???In questi giorni mi domando un pò per scherzo un pò seriamente...quando bisogna farla finita di inseguire qualcosa? Smettere di combattere e risalire la corrente come un testardo salmone che risale il fiume...e decidere che quello che si ha può andar bene?
Il 2008 si è aperto con una serie di no...a tutte le opportunità che con gran fatica mi ero costruita negli ultimi due mesi del 2007...mentre la mia tanto detestata azienda mi rinnova il contratto...mi da' l'aumento e i famosi biglietti da visita...
e quindi che dire...forse è questo il mio karma?

venerdì 4 gennaio 2008

Anno nuovo, piva nuova?

E finalmente è arrivato anche il nuovo anno! Tempo di bilanci, buoni propositi e tante belle speranze...e allora tocca pure a me!
Intanto cosa salvare del mio 2007? ...a parte amici, amore e salute?
I tanti colloqui di lavoro fatti... prima o poi per un dato statistico qualcosa di buono arriverà!!!
I biglietti da visita che mi stanno preparando in azienda: dopo quasi due anni, io Piva Coatta avrò quelli a nome della mia azienda... quella che da contratto io non posso rappresentare quando vado in giro!!!
Mmh...un articolo della finanziaria che forse mi farà risparmiare qualcosa... tra contributi, irpef, irap, acconti e base imponibile... tanta fatica voler gestire in proprio la contabilità di Piva Coatta!!!
Per il nuovo anno vorrei...
Un nuovo contratto di lavoro...anche da Piva Coatta, per il momento il mio è scaduto il 31 dicembre e non si è ancora vista la bozza nuova!!!
Una buona idea potrebbe essere un contratto di affitto di casa regolare... forse posso dedurlo e raggranellare qualche spicciolo!!
Sentire qualche bella storia, qualcuno a cui va meglio e finalmente si avverte un segnale...che la ruota del mercato del lavoro gira e non sentire solo storie sempre al limite dell'illegalità!!!
E poi smettere di sentirmi oppressa e rinconquistare la mia libertà!!!!
...tanti auguri!!!

giovedì 20 dicembre 2007

Tutti i colloqui della mia vita!

Ormai ne ho collezionato una bella serie, ma non ne vengo a capo. Mandi cv e aspetti che qualcuno si prenda la briga di leggerlo.A volte succede e succede pure che ti chiamino. E sembra che la cosa si faccia interessante...eppure le logiche del selezionatore o del possibile committente/datore di lavoro si stanno facendo sempre più complicate. Ora premessa la difficoltà di farsi giudicare, come è possibile fare 4 colloqui, con mille test psicoattitudinali compreso il test sulla grafia, per un posto di lavoro di 6 mesi a progetto senza alcuna garanzia di rinnovo? E questo è solo l'ultimo di una recente serie di colloqui, in cui nella migliore delle ipotesi mi sono state fatte domande surreali per capire come funziona la mia capoccia...nelle situazioni peggiori mi sono sentita chiedere le domande standard e ipocrite...perchè dovremmo assumerla? quali sono i suoi difetti e i suoi pregi...dove si vede tra 3 anni...senza contare che bisogna essere determinati e ambiziosi, fregarsene del tipo di contratto che potrebbe essere offerto...non fa abbastanza figo...ma davvero vogliono sentirsi prendere in giro? E no...perchè ti dicono sii te stesso...ma te stesso cosa? A definirmi con gli aggettivi che so che faranno presa sul mio interlocutore di turno perchè voglio quel lavoro?
O davvero pensiamo di essere alla fiere dell'ipocrisia...che si può dire magari al selezionatore..sa sono un ritardatario, a cui piace dormire?
E la parte migliore è quando mi chiedono Che tipo di contratto ha? Una volta che spiega cos'è una Piva Coatta scatta la perplessità, il calcolo del netto e quasi quasi pensano che potrebbe essere una formula vantaggiosa a cui non avevano ancora pensato! E se provi solo a fare una battuta sulla forzatura che la piva coatta contiene...i loro sguardi si annuvolano, perchè non fa figo chiedere rispetto anche attraverso un contratto dignitoso!!!!

lunedì 10 dicembre 2007

Mi sono presa una pausa...

Mi sono fermata. E' stata una settimana impegnativa e piena di riflessioni, su chi sono, cosa voglio, dove sto andando...insomma mi sono incartata alla ricerca di qualche risposta molto più personale che generale. Non le ho ancora trovate, ma nel frattempo in questi giorni sono successi tanti piccoli episodi di ordinaria follia lavorativa...Sta arrivando il santo Natale, arriva il momento degli auguri, scambi di sinceri bilanci...e allora il mio datore di lavoro ha deciso che quest'anno è il momento giusto per ballare e fare bisboccia tutti insieme.Ora, al di là delle singole passioni, dance, latino americano o hip hop, vi sembra possibile che gli auguri aziendali, in un'azienda ingessata e per certi versi molto più simile ad un ministero che non ad una moderna impresa di servizi, ci costringa ad un incontro in discoteca? Forse si...e qui è scattata la ricerca del tubino rosso di pailletes e dello stivalo bianco di vernice: bisogna essere all'altezza dell'evento!
Poi nel frattempo tutte noi Pive e non siamo stati filmati e montati in un simpatico video aziendale per dare nuovo lustro all'immagine del gruppo. E qui il domandone dell'anno è stato: ma il filmato può costituire una prova per fare causa all'azienda? E già perchè mi dai le prove della mia presenza non solo in ufficio, ma anche in un progetto stabile...non siamo stati presentati come i fornitori, ma come il personale!!E dulcis in fundo, mi danno i biglietti da visita...e qui davvero siamo nel teatro dell'assurdo: nel mio contratto c'è scritto che non posso parlare in rappresentanza dell'azienda...ma siccome l'azienda mi ama, mi preparare dei biglietti da visita, con il suo logo e nome...perchè vuole dimostrami quanto importante io sia per loro.
E allora...l'unica cosa certa è che forse per il prossimo anno mi rinnovano il contratto...per fortuna?